Coltiviamo progetti di vita

La scuola in cui crediamo

Il progetto iSchool Circle si fonda sulla consapevolezza che è necessario cambiare prospettiva. Nella relazione educativa, è essenziale condurre il bambino alla realizzazione di se stesso.

Tempo

Tempo come ritualità crea nel bambino una capacità di previsione. La capacità di previsione crea contenimento emotivo.

Spazio

Lo spazio come espressione della funzione registica del docente.

Cura

Cura come azione consapevole che crea la condizione ideale per una relazione educativa significativa.

Tempo come ritualità

I bambini vivono una settimana corta, le lezioni si tengono dalle 8.30 alle 16.30, ogni giorno sono presenti 7 unità didattiche da 50′ min. alla fine delle quali si lasciano 10′ min. di intervallo. Durante la giornata ai bambini vengono fornite due merende sane e complete.

Dalle 12.30 alle 13.50 si svolge il pranzo e l’attività ricreativa in lingua inglese ( con madre lingue ).

La mattinata è costituita da fasce orarie dedicate, invece nel pomeriggio si svolgono i laboratori ( quali Kung-fu, Cinese, Arte, Drama, Science e Musica ).

Spazio

Lo spazio deve essere pensato per accogliere, limitare e rassicurare il bambino.

Nello spazio si esprime la funzione registica del docente, che ordina le proprie azioni, e facilita l’agire del bambino.

Gli spazi a disposizione sono aule attrezzate con lavagne interattive, laboratori strutturati per favorire la costruzione di una comunicazione significativa, una biblioteca per promuovere momenti individuali di lettura, laboratorio informatico attrezzato per promuovere la creatività del nostro tempo.

Cura

La cura si declina in un linguaggio rispettoso dell’età di chi ascolta. La cura si ottiene dentro ad un gruppo piccolo che promuova un contatto comunicativo e mentale. La cura valorizza la partecipazione di tutti i bambini e promuove la costruzione di un sapere condiviso. La cura implica un’esplicitazione del senso: si deve comunicare sempre al bambino il perché intraprende un impegno, una fatica o un’attività.

Il docente si impegna a delineare programmazioni interdisciplinari evitando la rigida separazione tra le discipline. Il docente promuove una continua professionalità, mantenendo una formazione costante.

Ogni insegnate ha il compito di condurre il bambino verso un autovalutazione.