Inside the CIRCLE

Un nuovo modo di imparare!

By maggio 27, 2020 No Comments

C’era una volta…
una scuola che sapeva correre al passo con i tempi e che anzi, molto spesso, riusciva ad anticiparli. È iSchool Circle, la scuola primaria che ribalta le prospettive, conducendo ogni bambino alla piena realizzazione di sé.

iSchool Circle è una scuola che utilizza strumenti innovativi, cavalca il cambiamento e non ha paura di osare, nel pieno rispetto dei suoi piccoli studenti. Per riuscirci, mixa alla perfezione tre elementi: il Tempo, scandendo una ritualità “sacra” per i bambini, lo Spazio, capace di andare molto oltre le pareti delle aule, e la Cura, ponendo le basi per un’efficace relazione educativa.

iSchool Circle incarna un nuovo paradigma, grazie a una scuola che ripensa se stessa e che accoglie ogni sfida come un’occasione di crescita. Così è stato durante l’emergenza Covid-19 quando la didattica virtuale è diventata centrale nella gestione delle attività formative. Ogni mattina, i bambini accendono tablet e pc, si collegano alla piattaforma Teams ed entrano, virtualmente, nelle loro classi.
Affrontano lezioni di matematica e di inglese, approfondiscono tematiche di attualità, come l’ecologia, si cimentano con laboratori pratici, come quello artistico. Partecipano alle lezioni, interagiscono con i loro compagni e con i docenti, scoprono un modo nuovo di imparare. Una didattica a distanza che ha accolto, anziché allontanare (o peggio, spaventare!), i piccoli studenti e – di conseguenza – le loro famiglie, anche grazie all’attivazione di 5 regole fondamentali:
1) “la classe ribaltata”: ai bambini viene fornito l’argomento della lezione attraverso video, mappe, tutorial, disegni, quadri, oggetti da costruire;
2) “rendiamoci visibili”: l’insegnante conduce la lezione chiedendo ai bambini di intervenire;
3) “facciamo da soli”: l’insegnante assegna un lavoro su tutto ciò che è avvenuto durante la lezione, da realizzare con fotografie, racconti, letture di quadri, composizione di mappe e/o presentazioni;
4) “uno sguardo d’insieme”: spazio alla riflessione collettiva e all’appartenenza di classe;
5) “la pluridisciplinarità”: i docenti specialisti, con le loro specifiche passioni e competenze compartecipano all’offerta formativa a distanza.

Tutti insieme per insegnare e imparare meglio.
Lontani, ma al tempo stesso più vicini che mai.